Collana Cinema

 
IL CINEMA DI KIM JEE-WOON - a cura di Fabio Zanello
ISBN 9788876064463
€ 12,00 - Pag. 100
 
Dove sono andati a finire i generi cinematografici nel cinema coreano?
Nella vasta area parzialmente esplorata dai festival e dalla cinefilia ansiosa di novità l'audiovisivo della Corea in fiamme, tanto per parafrasare un classico di Samuel Fuller, cambia, esplora,osserva,innova,possiede spirito d'avanguardia e rifiuta ogni logica tradizionale.
Il suo orizzonte creativo costeggia i generi, più spesso li manipola, talvolta li sublima. L'investimento estetico è molto forte in controtendenza con la stasi temporanea delle ambizioni del cinema di Hong Kong e di quello giapponese.Di questo cinema Kim Jee-woon, beatificato nel nostro paese dal Far East Film di Udine, è uno dei registi più significativi anche durante la sua trasferta hollywoodiana.
"The Quiet Family","The Foul King", "Two Sisters", "Bittersweet Life", "Il buono,il matto,il cattivo", "I Saw the Devil" e "The Last Stand" stanno lì a dimostrarlo. Un dialogo aperto con il cinema narrativo, che guarda a fronte alta anche un genere classico come il western e man mano che si slitta verso l'horror e il thriller, tende ad affacciarsi sulla sperimentazione più astratta.
Il volume contiene saggi di Alessandro Baratti, Beniamino Biondi, Donato Guida, Michelangelo Pasini, Adelina Preziosi, Mariangela Sansone e Fabio Zanello
 
Fabio Zanello (Torino,1969) è giornalista pubblicista e membro del SNCCI Gruppo Piemonte/Valle D'Aosta.Ha pubblicato e curato monografie su Brian De Palma, Tomas Milian, Sam Raimi, Tobe Hooper, Enzo G.Castellari, quest'ultima in collaborazione con Gordiano Lupi, prima che uscisse in tutto il mondo “Bastardi senza gloria” di Quentin Tarantino, su “C’era una volta il West” di Sergio Leone, Johnnie To, Shinya Tsukamoto,Nicolas Winding Refn e Christopher Lee. È direttore di HorrordreEaMagazine su www.sognihorror.com e www.ciaocinema.it.