Autori Contemporanei Poesia

 
UN LUOGO NEUTRALE
Antonio Bux
ISBN 9788876065729
€ 12,00 - Pag. 130
 
COLORE DEI CANI
Vorrei piangere con i miei amici
almeno una volta essere come loro
al fischio della chiamata. Così
da perdermi l’esecuzione
ogni giorno, quando i miei cani
diventano neri e se ne vanno
senza più strada. Ma gli amici miei
piangono dopo, se poi rimangono
un po’ più da soli, i loro cani
ancora al guinzaglio, questi lo sanno
di che colore è la fuga.
 

[...] Una strada poetica pertinente a se stessa (in questo caso quella di Antonio Bux, meticolosa ed accurata che, tra le voci attuali della giovane poesia, è una delle più feconde di questi ultimi anni) non può non tentare di evidenziare la sperimentazione che ogni espressione dovrebbe cercare di focalizzare, per mettere in giusto risalto l’essere moderno resistendo all’attuale tempo politico-culturale, cercando, nella trincea legittima della creatività, in questo suo luogo neutrale, ancora necessariamente di imporsi e di trovare un proprio spazio autonomo, un proprio luogo della poesia. E, in questa strada, la scrittura di Antonio Bux evidenzia più che mai attrito, resistenza, sforzo, ricerca accanita verso un vuoto teso a generare un nuovo rimaneggiamento della parola, in una perfetta ingegneria del caos quotidiano, attraverso questo sistema di percezione magmatico, coagulando un regime letterario che annichilisce e frastorna, forse volutamente, ma che, proprio per questo, meraviglia il lettore. [...]
dalla postfazione di Antonio Spagnuolo


Antonio Bux (Foggia, 1982). Vive tra l'Italia e la Spagna. Ha pubblicato sei libri, uno dei quali in Argentina. È presente in prestigiose antologie, riviste e lit-blog sia nazionali che internazionali, ed è risultato vincitore e finalista di alcuni premi, tra i quali il premio Iris di Firenze e il premio Lorenzo Montano. Ha tradotto Finestre su nessuna parte (Gattomerlino Superstripes, Roma, 2015) di Javier Vicedo Alós, oltre che numerose opere di autori in lingua spagnola, tra i quali Leopoldo María Panero e Julio Cortázar. Dirige il blog Disgrafie (antoniobux.wordpress.com) e, per le Marco Saya Edizioni di Milano, la collana Sottotraccia.