Collana Tascabili

Direttore Gordiano Lupi
 
METROPOLI
Raffaello Mori Pometti
ISBN 9788876066276
€ 8,00 - Pag. 85
 

Un racconto, questo di Mori Pometti, che non può non definirsi onirico e che è in grado di far venire in mente il Buzzati del Deserto dei Tartari; ma, allo stesso tempo, lascia spirare il profumo delizioso di tempi passati, quasi che gozzaniamente volesse evocare il mitico salotto di Nonna Speranza mentre talvolta è capace di evocare, come attraverso un cannocchiale, in trasparenza e amaramente, i tempi nostri.
Ancora una volta Raffaello Mori Pometti si cimenta con la narrativa e ci regala un mondo fantastico, in un continente sconosciuto, dove però si agitano – viste come attraverso un cristallo – passioni e difficoltà, lotte politiche e stragi efferate, le stesse ben conosciute anche nel nostro mondo reale. Come ha ben colto il professor Giovanni Grottanelli de’ Santi, nella sua delicatissima prefazione che accompagna questo volume, “Mori Pometti cavalca il confine tra il reale e l'irreale con consumata maestria e riesce a tenere insieme, senza stridore, la fantasia, l'ironia, il senso tragico della vita e... l'attenzione del lettore.”
Con il suo “Metropoli”, l’Autore continua ad addentrarsi in quel suo mondo che è sì fantastico ma, allo stesso tempo, è ben piantato in terra e ci parla con invidiabile serenità della vita di un tempo, che trascorreva tra solidi pilastri, che forse adesso non sono più né solidi né pilastri ma…
Carlo Saffioti

Raffaello (Lello) Mori Pometti è nato a Siena il 16 settembre 1931, dove ha esercitato per ben sessanta anni la professione di avvocato penalista, intervenendo anche in molti altri Fori sparsi sul territorio nazionale, da Ivrea a Palermo.
Ha costituito un circolo ristretto, chiamato “Cenacolo Penale Toscano”, che raggruppava un penalista di ogni Foro della regione: una associazione che, autogovernandosi, consentiva un proficuo scambio di esperienze tra i partecipanti.
Da senese verace, si è occupato con entusiasmo del Palio e ha portato la sua Contrada, quale Capitano, a trionfare sul Campo per ben due volte, divenendone poi Priore. È stato un grande amante della caccia ed ha curato con impegno gli interessi familiari, fronteggiando anche la riforma agraria e le sue immaginabili conseguenze.
Vive a Siena, nutrendosi di molti teneri ricordi, senza mai dimenticare la fondamentale “passione” che ha riempito la sua vita. Con le Edizioni Il Foglio ha recentemente dato alle stampe i romanzi brevi Passione, Lo Storpio e il Solitario, L’Equivoco, Il grappolo.